Il nostro sito utilizza cookies tecnici, analitici e di profilazione e consente l'uso di cookie di "terze parti" che permettono di personalizzare i messaggi pubblicitari che visualizzerai su altri siti sulla base delle tue preferenze. Cliccando su "Ok", in un‘area sottostante o accedendo ad un‘altra pagina del sito, acconsenti all‘uso dei cookie. Per leggere l'informativa completa e sapere come impedire l'utilizzo dei cookie clicca qui.

ok

Kimbo - il piacere che ci unisce

I napoletani e il caffè: una faccenda molto personale

Si direbbe che i Napoletani, fin dall’inizio, abbiano adottato il caffè nel loro modo di vivere. Nel nord Europa il caffè è da sempre apprezzato per le sue virtù energetiche, a Venezia era soprattutto una moda, a Napoli, il caffè viene amato d’istinto. Il caffè per il Napoletano è un piacere fine a se stesso.
A tutto si può rinunciare, dice Oscar Wilde, tranne che al superfluo. Gli fa eco Eduardo De Filippo, che in "Questi fantasmi!" dice di poter rinunciare a tutto tranne che alla sua tazzina di caffè presa sul balcone.